Dopo i dati relativi a Sunrise (pubblicati ieri su queste pagine) ora è la volta del terzo operatore mobile svizzero – Salt – annunciare i risultati finanziari relativi al primo semestre 2019, in cui ha visto una erosione del fatturato su base annua del 2,4% a 500,1 milioni di Franchi.

L’utile operativo (Ebitda) ha registrato una flessione dell’8,6% a 214,6 milioni. L’operatore, controllato dall’imprenditore francese Xavier Niel (fondatore del gruppo iliad) tramile la sua holding personale NJJ, addebita questo calo alla perdita dei clienti Coop Mobile e UPC, operatori mobili virtuali che hanno lasciato la rete Salt per quella di Swisscom diversi mesi fa.

Per quanto riguarda i dati relativi al secondo trimestre, Salt ha visto crescere il numero degli abbonati nel segmento mobile a 1.229.000, nonostante la perdita di 5.100 clienti Coop Mobile.

Cresce anche il numero di clienti che hanno sottoscritto Salt Fiber (il servizio di fibra ottica fino a 10 Gigabit lanciata poco più di un anno fa), che ha superato quota 50.000.

Con l’occasione, Salt ha annunciato l’introduzione di un servizio mobile dedicato alla clientela business, il cui lancio è previsto nel prossimo trimestre e comunicato che l’operazione di cessione del 90% della società delle torri di Salt a Cellnex è stata completata lo scorso 5 agosto.

via universofree.com


Segui Telefonia Today anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le notizie e le novità pubblicate su Telefonia.Today, attiva le nostre notifiche gratuite su Telegram e seguici (o condividi questo articolo) su Facebook Twitter