Anche iliad si prepara al lancio delle sue offerte su rete 5G e, stando alle parole dell’AD Benedetto Levi sulle pagine del quotidiano La Stampa (nell’edizione cartacea di ieri), l’attesa sta per terminare.

“Posso solo dire molto presto. La nostra rete è già pronta. Abbiamo gli apparati e stiamo stendendo la fibra”. Queste le parole esatte al giornalista che gli chiedeva informazioni in merito. E’ dunque solo questione di poche settimane e scopriremo in quale fascia di prezzo si collocherà rispetto ai suoi competitor, che attualmente viaggiano su cifre tra i 30 e i 50 euro al mese.

Levi ha inoltre confermato lo sbarco su rete fissa entro l’estate 2021, in anticipo rispetto al debutto che inizialmente era pianificato per il 2024.

Non si è sbilanciato invece sul tema della rete unica, dove sostiene manchino ancora troppe informazioni per poter esprimere un giudizio. Ma alla richiesta di un commento sulle dichiarazioni del Copasir, per cui nell’economia italiana ci sarebbero troppi interessi francesi, l’AD di iliad Italia è stato molto chiaro:

Pur facendo parte di un gruppo di Parigi, siamo al 100% italiani. Stiamo investendo 3,4 miliardi di euro. Siamo più radicati qui di molte società tricolore. E anche tra un lockdown e l’altro abbiamo continuato ad assumere: da gennaio sono 186 i nuovi ingressi.

Investimenti che hanno portato al raggiungimento dell’obiettivo sulla copertura di rete con alcuni mesi di anticipo, rispetto a quanto inizialmente pianificato, ovvero più di 5.000 impianti attivi entro fine 2020 (ora sono già più di 5.300, qui potete consultare la mappa sempre aggiornata).

via universofree.com


Segui Telefonia Today anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le notizie e le novità pubblicate su Telefonia.Today, attiva le nostre notifiche gratuite su Telegram e seguici (o condividi questo articolo) su Facebook Twitter